Macchine mortali

2018, Fantascienza

3.0
Macchine mortali (2018)
Genere
Fantascienza, Azione, Fantastico, Thriller
Durata
Regista
Uscita ITA

In un mondo post-apocalittico, segnato dalle conseguenze di un olocausto nucleare, le città sono costruite come enormi veicoli che si spostano nel mondo per trovare altre città da derubare e utilizzarne le risorse naturali. Il sindaco di Londra ha, però, progetti ambiziosi e vuole cercare di dominare le altre città, mentre un gruppo di giovani cerca di fermarlo.



#MacchineMortali ci porta in un mondo incredibile tra Miyazaki e Mad Max, ma è un film senz'anima.
Perché ci piace
  • Il mondo in cui si svolge l’azione, originale ma pieno di riferimenti che ci piacciono, come Il castello errante di Howl e Mad Max.
  • L’idea che siano intere città a spostarsi, e raffigurarle come enormi carri armati, è di quelle forti.
  • Alla produzione c’è un certo Peter Jackson, uno dei grandi “creatori di mondi” del nostro cinema.
Cosa non va
  • La sceneggiatura ci porta in un mondo senza introdurlo abbastanza, dando per scontati i concetti filosofici che lo animano.
  • La sceneggiatura usa un linguaggio che trasmette poca empatia ed emotività.
  • Gli attori hanno poco carisma, complice anche un trucco e una direzione che li porta verso uno stare in scena e una recitazione effettata e irreale.

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti